I miei viaggi in cucina > Dolci > Torta Sbrisolona di Mantova

Torta Sbrisolona di Mantova

Portate:
10
Tempo di preparazione:
10 minuti
Tempo di cottura:
35 minuti
Tempo totale:
45 minuti
La Torta Sbrisolona è il simbolo della pasticceria mantovana e deve il nome alla sua friabilità e alle brìse (briciole in mantovano) che si formano quando viene spezzata.
Nata tra il '500 e il '600, di origine contadina successivamente arrivò alla corte dei Gonzaga dove fu arricchita con zucchero, spezie e mandorle.
Con il passare del tempo la ricetta ha avuto diversi cambiamenti riducendo la presenza di farina di mais e la progressiva sostituzione dello strutto con il burro, dando maggiore morbidezza del composto.
Solo un ultima regola: la Sbrisolona non si taglia, si spezza.

Ingredienti

  • 200g Farina Bianca
  • 200g Farina Gialla di Mais setacciata fine
  • 200g Zucchero
  • 100g Strutto
  • 100g Burro
  • 150g Mandorle
  • 2 Tuorli
  • Scorza di un Limone
  • Vanillina
  • Mandorle per decorare
  • Zucchero

Preparazione

Step 1
Unire la farina gialla, la farina bianca e lo zucchero.
Step 2
Aggiungere lo strutto e il burro alle farine.
Step 3
Tritare grossolanamente 150g di mandorle, unire e iniziare a mescolare gli ingredienti.
Step 4
Per ultimo aggiungere i due tuorli e impastare velocemente gli ingredienti senza compattarli troppo.
Step 5
Stendere in una tortiera e cospargere l’impasto con delle mandorle intere.
Cuocere in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 35 minuti.
Una volta pronta cospargere di zucchero e far raffreddare prima di servire.

Potrebbero interessarti anche:

Biscotti di Frolla e Gocce di Cioccolato
Peperoni Ripieni con Cous Cous e Verdure

Tag:, , , , ,

6 Commenti

  1. Beatrice scrive:

    Ora io devo andare a casa a farla SUBITOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!

    • imieiviaggiincucina.com scrive:

      Bravissima Beatrice, questo si che è un commento ad una ricetta. Mi raccomando, come abbinamento un bel bicchiere di Recioto della Valpolicella.

  2. Anna scrive:

    Complimenti…e’un dolce che non ho mai mangiato…..quindi l’idea di provarlo a fare senza averlo mai assaggiato prima , mi impediva di provare a farlo.La tua ricetta , però , mi ispira e sicuramente la farò . avrei solo una domanda:per farina di mais, intendi quella per fare la polenta? Grazie mille e ancora complimenti

    • imieiviaggiincucina.com scrive:

      Ciao Anna, come hai potuto vedere la ricetta è molto semplice e se non trovi lo strutto puoi tranquillamente sostituirlo utilizzando solo il burro, anche se un pò ne perdi di sapore. Per quanto riguarda la farina, si intendo quella per la polenta, con l’unica attenzione che se utilizzi una farina macinata fine avrai un risultato più gradevole, rispetto ad una farina con macina più grande che darà un effetto più “sabbioso”.

  3. anna scrive:

    …..ok grazie per la ricetta e i tuoi chiarimenti..la farò a breve!!Grazie

Lascia un Commento

Google